Apple abbraccia la privacy dei consumatori

Apple abbraccia la privacy dei consumatori

Heading 2

Heading 3

Heading 4

Blockquote with link

The rich text element allows you to create and format headings, paragraphs, blockquotes, images, and video all in one place instead of having to add and format them individually. Just double-click and easily create content.

  1. Item
  2. Item
  3. Item
  • Item
  • Item
  • Item

Heading 2

The rich text element allows you to create and format headings, paragraphs, blockquotes, images, and video all in one place instead of having to add and format them individually. Just double-click and easily create content.

Heading 3

The rich text element allows you to create and format headings, paragraphs, blockquotes, images, and video all in one place instead of having to add and format them individually. Just double-click and easily create content.

Heading 4

The rich text element allows you to create and format headings, paragraphs, blockquotes, images, and video all in one place instead of having to add and format them individually. Just double-click and easily create content:

  • Item 1
  • Item 2
  • Item 3

The rich text element allows you to create and format headings, paragraphs, blockquotes, images, and video all in one place instead of having to add and format them individually. Just double-click and easily create content:

  1. Item 1
  2. Item 2
  3. Item 3

Fino ai primi anni 2000 probabilmente la prima associazione a una mela morsicata sarebbe stata la vicenda legata ad Adamo ed Eva, dopo l’ascesa di Apple nel nuovo millennio tutto è cambiato.

Difficile individuare altre aziende che al pari della società fondata da Steve Jobs sono riuscite a cambiare usi, costumi e abitudini sino a rivoluzionare il modo di vivere.

Fin dagli albori Apple ha scelto di tracciare sentieri anziché seguire strade di successo già battute, lasciandosi ispirare dal bisogno degli utenti: quale miglior momento per rispondere alle esigenze privacy di tutti i consumatori?

Apple aveva già mosso i primi passi in tema privacy


Apple si è sempre dimostrata molto attenta alla privacy degli utenti, sino a far diventare una vera e propria mission aziendale il diritto di trovare nell’uso quotidiano riscontri all’altezza delle minacce sempre più sofisticate presenti nella realtà digitale in maniera semplice,  immediata e alla portata di tutti.

Per questo motivo il rilascio della nuova versione 14.5, rappresenta solamente la penultima novità che garantisce agli utenti maggiore visibilità per quanto riguarda il tracciamento.

In quella circostanza la società di Cupertino comunicò la possibilità da parte dell’utente di manifestare la volontà (o meno) di essere tracciato tramite il pannello impostazioni.

Inoltre, l’azienda fondata da Steve Jobs, introdusse due importanti funzionalità nel browser safari:

  • Password monitoring: il sistema segnala la vulnerabilità della password dell’utente;
  • Privacy report: il sistema fornisce un report in merito ai dati tracciati dell’utente.

Apple e privacy: cosa cambia ora

Durante il consueto appuntamento annuale con gli sviluppatori, l’Apple Worldwide Developers Conference (WWDC) la società di Cupertino ha raccontato le novità legate ai nuovi sistemi operativi iOS 15 e iPadOS 15 con particolare focus su privacy e sicurezza.

Maggior controllo sulle email

La Mail Privacy Protection permette di nascondere l’indirizzo IP da cui è stato inviato un messaggio di posta elettronica, le informazioni sulla geolocalizzazione e quelle relative alle e-mail aperte in precedenza.

In questo modo viene impedito la creazione di un profilo utente sulla base dei dati del mittente.

Maggior comunicazione sul tracciamento delle app

Il Rapporto sulla privacy fornisce agli utenti una panoramica dettagliata dell’utilizzo dei propri dati da parte delle app installate sui dispositivi.

In questo modo l’utente potrà avere consapevolezza di quali applicazioni hanno accesso a informazioni su posizione geografica, foto, microfono e fotocamera.

Navigazione anonima con VPN integrata

La VPN integrata, chiamata anche Private Relay, permette di nascondere i dati di navigazione anche alla Apple.

Rispetto alle versioni tradizionali, questa VPN integrata utilizza un’architettura dual-hop che protegge efficacemente l’indirizzo IP, la posizione e le attività di navigazione tipicamente utilizzate per profilare gli utenti.

Autenticazione a due fattori

Non sarà necessario scaricare app come Google Authenticator o Authy per la generazione di codici di autenticazione a due fattori per ciascuno degli account salvati su iCloud Keychain.

Introduzione della tecnologia “Intelligent Tracking Prevention”

Intelligent Tracking Prevention previene in maniera intelligente il tracciamento contenendo l’utilizzo di tecniche come il fingerprinting e il cross-site tracking su Safari.

Tutto questo per limitare le capacità dei web tracker di utilizzare l’indirizzo IP dell’utente come un identificatore unico per collegare la sua attività online e creare un profilo.

Email temporanee

Hide My Email consente di creare un indirizzo email temporaneo da utilizzare per iscriversi ai servizi online.

Così facendo è possibile evitare di fornire il proprio indirizzo di posta elettronica reale.

Maggior discrezione di Siri

L’assistente vocale gestisce le richieste degli utenti anche offline e processa le registrazioni audio direttamente sull’iPhone.

Grazie a questo aggiornamento i file audio verranno contenuti esclusivamente all’interno della memoria interna dell’iPhone.

data-breach
 SCOPRI TUTTE LE NEWS SUL GDPR

Rimani aggiornato sul mondo GDPR e ricevi l'infografica sull'accountability documentale

Scopri quali sono gli adempimenti documentali obbligatori e consigliati a fronte dell’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali.

Crea il tuo account personale in meno di un minuto e scopri tutte le potenzialità di UTOPIA. Tutto incluso e senza alcuna limitazione, gratuitamente, per 14 giorni.

infographic
Iscrizione effettuata con successo!
Abbiamo inviato una email all'indirizzo che hai scelto con il link per scaricare l'infografica sull'accountability documentale. Assicurati che non sia andata a finire nello SPAM.
Si è verificato un errore imprevisto durante l'iscrizione. Riprova...